Al liceo Cavour si parla di TAV

In una palestra gremita la mattina del 5 dicembre al liceo classico Cavour di Torino abbiamo partecipato ad un’assemblea studentesca che ospitava un dibattito sulla TAV.

Accanto agli studenti moderatori erano seduti Antonino Ilaria e Francesca Frediani, entrambi oppositori del progetto TAV. In difesa dell’opera erano presenti Stefano Lo Russo, professore del Politecnico, e Giovanna Giordano del comitato “Sì, Torino  va avanti”.

I primi considerano la TAV un buco di  57 km inutile e dannoso per l’ambiente. Noi, invece, consideriamo l’opera una porta indispensabile aperta sull’Europa, sul mondo e sul futuro.

È evidente che la scelta è politica nel senso più nobile del termine. Si tratta di scegliere da quale parte stare non solo avendo doverosamente preso visione dei dati, ma anche gettando il cuore oltre l’ostacolo.

Questo è particolarmente importante per i giovani che in opere come queste potranno trovare lavori dignitosi e sfide importanti per risolvere problemi difficili a livello scientifico, tecnico, umano.

Ringraziamo di cuore gli studenti del liceo Cavour che hanno organizzato l’incontro, gli insegnanti e i numerosissimi allievi che hanno partecipato al dialogo con grande educazione e disciplina.

Proseguiamo insieme con forza e pensiero positivo anche in questi giorni così bui!