L’analisi costi benefici

Finalmente la commissione incaricata dal Ministero dei Trasporti ha emesso il verdetto ed ha consegnato l’analisi costi benefici sulla tratta ferroviaria Torino Lione.

La commissione guidata dal professor Ponti ha prodotto un documento di 79 pagine ed ha lasciato perplessi molti. In particolare, l’Osservatorio condotto dal Commissario Straordinario di Governo, Paolo Foietta, ha effettuato una “Lettura critica della ACB” in cui ha mosso molti rilievi.

In buona sostanza, restano molti dubbi sul metodo applicato nell’analisi costi benefici, che non è coerente con le linee guida europee. Poi l’analisi costi benefici parte da dati sul traffico merci aggiornati al 2011 e senza considerare i passaggi alla frontiera di Ventimiglia, ignorando così una parte sostanziale del mercato potenziale.

L’analisi costi benefici del professor Ponti, poi, riguarda il tratto Torino – Saint-Jean-de-Maurienne, anziché l’intera tratta Torino Lione. Il conteggio delle accise e dei pedaggi autostradali tra i benefici dell’opera ha generato molto scompiglio.

Che dire? Per  il momento vi invitiamo a leggere i documenti qui reperibili, intanto stiamo organizzando u n momento pubblico di presentazione e discussione.