Tutti in corteo il 6 aprile

Sabato 6 aprile ci ritroveremo in piazza per dire SÌ TAV SUBITO oltre che a SÌ allo sviluppo del Piemonte e del Paese. Il ritrovo è alle ore 10 in Piazza Vittorio Veneto. Qui partirà il corteo verso Piazza Castello, dove ci ritroveremmo alle ore 11 per alcune riflessioni e testimonianze. Avremo tantissime bandiere europee per tingere di Europa tutta Torino, oltre a un tocco di arancione.

La manifestazione è stata convocata da tre movimenti civici, Sì Torino va avanti, Osservatorio 21 e Sì Tav Sì Lavoro, e a 39 organizzazioni industriali, sindacali e di categoria. Ecco il Manifesto condiviso da tutte le associazioni.

Ecco le nostre motivazioni per la piazza del 6 aprile.

SÌ TAV SUBITO

La linea ferroviaria Torino-Lione è indispensabile per mantenere il Piemonte e l’Italia connessi con l’Europa e con il mondo. È una via di comunicazione efficiente e sostenibile, a basso impatto ambientale. Ci serve oggi.

Chiediamo il rispetto dei tempi concordati e il mantenimento del progetto approvato da Italia, Francia e Unione Europea, senza modifiche che mettano a rischio il territorio piemontese.

SÌ, L’ITALIA VUOLE MUOVERSI

Tutte le infrastrutture da realizzare o completare in ogni parte d’Italia riguardano non solo le regioni direttamente interessate, ma il Paese intero. Solo così l’Italia potrà muoversi da protagonista sullo scenario europeo.

Chiediamo un chiaro impegno alla realizzazione di infrastrutture indispensabili per lo sviluppo economico del territorio italiano, che deve restare connesso con le grandi vie di comunicazione mondiale.

SÌ A UN FUTURO DI LAVORO

Lo scambio di merci e la comunicazione tra persone creano opportunità di sviluppo e di lavoro. Una forte e sana crescita economica, unita alla responsabilità sociale delle imprese, è necessaria per superare le diseguaglianze.

Chiediamo un serio impegno nei confronti del lavoro delle nuove generazioni e la concreta promozione dei diritti di tutti, affinché tutti possano ritrovare l’opportunità e l’orgoglio di lavorare.